lunedì 19 febbraio 2018

Io ci sono

Il dolore
che si scioglie in un abbraccio,
simile al fragore delle onde
che si infrangono sugli scogli.
Sento il rumore
di punti distanti della mia anima
che tornano a casa
nella luce trasognata di una cartolina
Io ci sono
con la necessità di certi sguardi,
di respiri senza margini,
di universi autentici.
E resto qui
a levigare l'attesa
di qualcosa che
c'è già.

Nessun commento:

Posta un commento

Per quanto voi vi crediate assolti siete lo stesso coinvolti

"Storia di un impiegato" è uno spettacolo tra musica e teatro. È la storia di un impiegato scontento e insoddisfatto del suo lavo...