lunedì 19 febbraio 2018

Io ci sono

Il dolore
che si scioglie in un abbraccio,
simile al fragore delle onde
che si infrangono sugli scogli.
Sento il rumore
di punti distanti della mia anima
che tornano a casa
nella luce trasognata di una cartolina
Io ci sono
con la necessità di certi sguardi,
di respiri senza margini,
di universi autentici.
E resto qui
a levigare l'attesa
di qualcosa che
c'è già.

Nessun commento:

Posta un commento

Lieve leggerezza

Lassù la limpida luna luccica languidamente, limita la lontananza Lungo la loggia, Leggere lucine le lacrime lungo le labbra lungame...